SPEDIZIONE GRATUITA SU TUTTI GLI ORDINI! (*fino a max 20Kg)

Lavori d'autunno nei nostri orti e giardini

Lavori d'autunno nei nostri orti e giardini

Lavori d'autunno nei nostri orti e giardini

Guanti, forbici da potatura, soffiatori, seghetti manuali ed elettrici: è il momento ideale per mettere mano agli attrezzi da giardino.

D’autunno le temperature rendono più gradevole il lavoro all’aperto, ed è il periodo più giusto per alcuni interventi, come piantare i bulbi primaverili, potare, nutrire il terreno prima del gelo.

Accanto alla vocazione agricola, il nostro territorio conserva una forte tradizione verso la cura di orti e giardini, e i trevigiani si affidano spesso al negozio di fiducia per i prodotti e i consigli giusti.

“I trevigiani amano soprattutto le piante sempreverdi, tipo euonymus ed edera, oppure le fiorite perenni come le eriche e le veroniche”, ci riporta Fabio di Sementi Rossi.

Balconi e giardini trevigiani fioriscono anche d’autunno, come ci racconta Andrea Possamai di Garden Conegliano: “È il periodo perfetto per abbellirli con ciclamini, callune, astri settembrini e per mettere a dimora camelie e azalee”.

La siccità dell’estate ha messo a dura prova il nostro verde, e una buona programmazione dei lavori di giardinaggio dovrebbe tenere conto anche dei mutamenti climatici, che ci portano fenomeni meteorologici sempre più estremi.

“Le piante da fiore che per decenni hanno colorato le estati dei trevigiani stanno avendo grossi problemi a causa del caldo e della siccità. Si è iniziato quindi ad orientarsi su varietà che meglio resistono alle condizioni climatiche attuali, ad esempio preferendo la Dipladenia al Geraneo.”, continua Andrea Possamai. “Anche per quanto riguarda il prato, si tende oggi a prediligere sementi più resistenti al caldo e alla siccità, come Royal Blue".

Inoltre, è importante ripulire il giardino e potare le piante, anche per evitare danni in caso di maltempo. Possamai suggerisce l’uso di strumenti a batteria, più pratici da maneggiare, come il soffiatore per le foglie e il potatore elettrico senza filo.

Infine, è il momento di nutrire il terreno per superare l’eventuale siccità invernale.

Leonardo Scotà di Magazzino Agricolo Scotà suggerisce concimi a base di gelatina idrolizzata, una matrice organica di alta qualità che ha azione biostimolante, e quindi riduce i danni da stress idrico nelle piante coltivate, come quelli della Linea TOP di Cifo, utilizzabili anche in agricoltura biologica e quindi utilizzabili anche nell’orto di casa.

Un ultimo consiglio? Mantenere gli spazi esterni puliti e programmare gli interventi di disinfestazione per l’inizio della primavera.

“Le zanzare sono ormai non solo una seccatura, ma anche un problema per la salute dei cittadini”, spiega Fabio Rossi “e il momento migliore per combatterle è quando ancora non si vedono, intervenendo con prodotti specifici per la disinfestazione prima che inizino a riprodursi”.