SPEDIZIONE GRATUITA SU TUTTI GLI ORDINI! (*fino a max 20Kg)

Dischi in vinile ai tempi dello streaming

Dischi in vinile ai tempi dello streaming

Dischi in vinile ai tempi dello streaming

La musica digitale ha ucciso i cari vecchi dischi? A quanto pare no.
Nonostante le nuove tecnologie rendano superfluo l’utilizzo di supporti fisici per l’ascolto della musica, c’è un mercato che continua a crescere: quello dei vinili.

La chiave sta soprattutto in una parola: esperienza.

L’ascoltatore che sceglie il vinile cerca nella musica qualcosa in più del semplice ascolto: il rituale della scelta del disco, lo sguardo che si posa sul booklet, il posizionamento sul giradischi, l’attenzione nel regolare la puntina.
Il vinile è musica che “si tiene in mano” e già per questo acquista più valore, a prescindere dalla qualità della riproduzione che, secondo molti intenditori, è più elevata.

Il giradischi, inoltre, è a sua volta un oggetto di design che completa con la sua gradevolezza estetica l’esperienza appagante di chi si concede un momento di musica e relax.

Vendita del vinile: crescita incessante

Questa passione si riflette anche sul mercato: anche se dal 2015 la musica digitale è la fonte principale di introiti nel settore, con una media di oltre un miliardo di streaming alla settimana in Italia, da oltre 10 anni le vendite di vinili crescono incessantemente.

Nonostante le restrizioni pandemiche abbiano spostato molti consumi sul digitale, il 2021 ha visto continuare con decisione questo trend: il mercato dei vinili ha superato quello dei CD ed è cresciuto, in Italia, del 79% (dati: Deloitte / IFPI).
E il nostro Paese non è certo un caso isolato: il Regno Unito ha toccato i 5 milioni di pezzi venduti per la prima volta dal 1991.

Una curiosità: pur restando comunque un mercato di nicchia, sono cresciute anche le musicassette. Merito di una moda un po’ vintage che ci ha riprospettati negli anni ’80, ma anche di operazioni di marketing che hanno visto l’utilizzo della vecchia cassetta come gadget.

Cerchi vinili da acquistare online? I consigli di TrevisoNow

Su TrevisoNow potete trovare i vinili di Compact La Dischetteria, negozio di Montebelluna gestito da Elisabetta Bresolin (anche se lei preferisce essere chiamata “Lisi”), che ci ha portato la sua esperienza.

Credo che il vinile rappresenti il lato più emozionante della musica”, ci ha raccontato Lisi. “È sempre sorprendente vederlo girare e osservare come da una semplice puntina possa nascere tanta bellezza”.

E poi c’è il fattore tempo, un elemento del quale tutti, dopo il lockdown, abbiamo preso consapevolezza in modo più profondo.

“Il vinile è lentezza”, continua Lisi “Va assaporato con il giusto tempo, come è naturale che sia quando si ascolta la musica, facendo attenzione ai gesti, ai movimenti, alle percezioni, al sentito emotivo e sonoro”.

Non c’è un profilo particolare di cliente che acquista i vinili: “La musica non ha età! Come le emozioni e i piaceri della vita. Ognuno sceglie il suo genere e il suo stile lasciandosi trasportare dalle sensazioni del momento”.

E a proposito di scelta, ci sono dei vinili ai quali Lisi Bresolin è particolarmente affezionata?

Lei ci ha indicato tre titoli: This Wild Willing (Glen Hansard), Ella and Louis again (Ella Fitzgerald e Louis Armstrong), Fight for Freedom (Remo Anzovino e Roy Paci).

E già ci sembra di sentire la puntina che cala sul disco e le prime note nell’aria.